PattiChiari, semplicità e chiarezza in banca

Trasferibilità dei servizi

Il servizio permette al cliente di trasferire su un nuovo conto, in modo automatico e tramite procedure interbancarie, i seguenti servizi:  servizi di pagamento (domiciliazioni RID-SDD, rate di mutuo e prestito, bonifici), dossier titoli, Ri.Ba. Il trasferimento è attivato dalla nuova banca previa compilazione da parte del cliente di un modulo standardizzato.

Il "servizio di trasferibilità del dossier titoli" consente di trasferire su un dossier aperto presso altra banca gli strumenti finanziari detenuti nel dossier originario nonché di gestire la richiesta di cambiare la banca collocatrice relativamente alle quote o azioni di OICR non dematerializzate.

Il servizio "trasferibilità automatica Ri.Ba." consente all'impresa debitrice di trasferire il pagamento di una Ri.Ba. presso una banca diversa da quella che ha in esazione la ricevuta..

L'offerta dei servizi di trasferibilità e l'esecuzione delle attività propedeutiche al trasferimento dei servizi detenuti dal cliente costituiscono adempimenti obbligatori per le banche consorziate sia nell'ipotesi in cui operino in funzione attiva (nuova banca) sia in funzione passiva (banca originaria).

L'adesione all'iniziativa "Elenco dei servizi gestiti sul conto" costituisce un adempimento facoltativo. Le banche che vi aderiscono mettono a disposizione dei clienti che avanzano richiesta di chiusura del conto corrente, un apposito prospetto che consente di individuare immediatamente tutti i servizi regolati sul c/c intestato al richiedente.

Effettua una ricerca sulle banche che offrono il servizio

 

 

Sospensione temporanea del trasferimento automatico dei RID dal 1 marzo 2014 - entro il 1 febbraio 2014 i Paesi dell'Unione Europea dovranno sostituire gli strumenti di pagamento nazionali (es. bonifici, domiciliazioni delle utente, ecc.) con quelli europei. In particolare, a partire dal prossimo 1° febbraio, il RID - strumento attraverso il quale è possibile ad esempio domiciliare sul conto le bollette - sarà sostituito dal servizio europeo di addebito chiamato "SEPA Direct Debit". Gli attuali RID attivi sul conto del cliente e i servizi ad esso collegati dovranno quindi essere migrati al nuovo strumento per seguire le regole e gli standard definiti a livello europeo. Per tale motivo, il trasferimento automatico dei RID da un conto all'altro sarà temporaneamente sospeso a partire dal 1° marzo 2014. Ciò consentirà al settore bancario di aggiornare le funzionalità del servizio e offrire ai correntisti una soluzione per il trasferimento analoga a quella attuale anche con riferimento al nuovo strumento di pagamento europeo.