PattiChiari, semplicità e chiarezza in banca

Trasferibilità dei servizi

Il servizio permette al cliente di trasferire su un nuovo conto, in modo automatico e tramite procedure interbancarie, i seguenti servizi:  servizi di pagamento (domiciliazioni RID-SDD, rate di mutuo e prestito, bonifici), dossier titoli, Ri.Ba. Il trasferimento è attivato dalla nuova banca previa compilazione da parte del cliente di un modulo standardizzato.

Il "servizio di trasferibilità del dossier titoli" consente di trasferire su un dossier aperto presso altra banca gli strumenti finanziari detenuti nel dossier originario nonché di gestire la richiesta di cambiare la banca collocatrice relativamente alle quote o azioni di OICR non dematerializzate.

Il servizio "trasferibilità automatica Ri.Ba." consente all'impresa debitrice di trasferire il pagamento di una Ri.Ba. presso una banca diversa da quella che ha in esazione la ricevuta..

L'offerta dei servizi di trasferibilità e l'esecuzione delle attività propedeutiche al trasferimento dei servizi detenuti dal cliente costituiscono adempimenti obbligatori per le banche consorziate sia nell'ipotesi in cui operino in funzione attiva (nuova banca) sia in funzione passiva (banca originaria).

L'adesione all'iniziativa "Elenco dei servizi gestiti sul conto" costituisce un adempimento facoltativo. Le banche che vi aderiscono mettono a disposizione dei clienti che avanzano richiesta di chiusura del conto corrente, un apposito prospetto che consente di individuare immediatamente tutti i servizi regolati sul c/c intestato al richiedente.

Effettua una ricerca sulle banche che offrono il servizio

 

 

Sospensione temporanea del trasferimento automatico dei RID dal 1 marzo 2014 - A partire dal 1° agosto 2014, secondo quanto stabilito dal Regolamento Europeo 248/2014, gli strumenti di pagamento nazionali (es. bonifici, addebiti RID, ecc.) sono stati sostituiti dagli strumenti di pagamento europei che seguono regole e standard nuovi e definiti a livello di Area Unica dei Pagamenti in Euro (Single Euro Payments  Area – SEPA). In particolare, dallo scorso 1° agosto, lo strumento europeo chiamato "SEPA Direct Debit" ha preso il posto dello strumento nazionale RID, strumento attraverso il quale era ad esempio possibile domiciliare sul conto le bollette. Il SEPA Direct Debit europeo presenta differenze sostanziali rispetto al RID nazionale e questo non ha consentito il mantenimento del servizio di “Trasferibilità degli addebiti diretti RID” che pertanto è stato temporaneamente sospeso.
Le banche stanno già lavorando per rendere disponibile a breve una soluzione a livello nazionale per la trasferibilità' degli addebiti SEPA Direct Debit che mantenga caratteristiche analoghe a quelle di cui i correntisti beneficiavano.